Salento, paesaggi stupendi

Salento, un gioiello da scoprire

Il Salento è la regione più meridionale della Puglia, compresa tra le province di Lecce, Taranto e Brindisi che si affaccia sul mare Adriatico e sullo Ionio. Corrisponde quindi a quello che viene comunemente chiamato il “”tacco”” d’Italia.
È una zona di particolare bellezza, ricca di tradizioni, storia, cultura e natura, oltre che di un mare decisamente invitante. Per non parlare poi della gastronomia locale, tutta da provare.

Cosa vedere in Salento.
Se siete in vacanza per crogiolarvi al sole non perdetevi le spiagge più belle. Sulla costa Adriatica vi aspetta la splendida Torre dell’orso. Mare turchese, rocce candide e due faraglioni gemelli detti Le due sorelle, dal racconto di un’antica leggenda. È una spiaggia spesso ventosa, molto frequentata dagli amanti del windsurf.
Baia dei Turchi vicino ad Otranto è una cala di sabbia bianca circondata dalla macchia mediterranea, mentre Porto Badisco (considerato il punto di attracco di Enea) è circondata da rocce e grotte, tra cui la famosa Grotta dei Cervi che fu, probabilmente la prima casa delle genti che popolarono la zona più di 4000 anni fa. Anche Torre S. Andrea è famosa per una grotta detta degli innamorati, ma anche e soprattutto per gli stupendi faraglioni di roccia bianca.
Sulla costa jonica non potete perdervi Marina di Pescoluse, detta Le Maldive del Salento. Quando soffia la tramontana si trasforma in un paradiso caraibico con fondali bassi, sabbia bianchissima e mare cristallino. Punta Prosciutto è nota per essere una delle località più selvagge e deserte del Salento: una vera meraviglia per chi non ama la folla e cerca solo il rumore delle onde. Punta Pizzo, all’interno della riserva Isola di S.Andrea è un paradiso punteggiato di calette di sabbia bianchissima. Inutile dirvi com’è il mare!

Ma Salento non è solo mare
Questa regione è ricca di testimonianze storiche ed artistiche del passato. Lecce è una perla barocca inestimabile: davanti alla piazza del Duomo, al Palazzo del Governo e alla Basilica di Santa Croce rimarrete sicuramente senza parole.
A Otranto, il comune più a est d’Italia, visitate il Duomo. Solo gli splendidi pavimenti a mosaico valgono il viaggio fino lì. Ma anche il borgo antico e il Castello Aragonese. Anche il centro storico di Gallipoli e il suo castello non vi deluderanno. Se volete vedere il punto esatto in cui l’Adriatico lo Jonio si uniscono dovete andare a Santa Maria di Leuca nell’estrema propaggine meridionale della penisola.

La gastronomia
Le ricchezze del Salento non sono solo spiagge, mare e monumenti. Prendetevi il tempo per assaggiare le specialità tipiche della regione. Farete colazione con il Pasticciotto, un pasticcino di pasta frolla ripieno di crema pasticcera, anche nella variante al cioccolato. Passerete quindi agli antipasti ricchi di verdure (zucchine, melanzane, pomodorini, olive…) per giungere ai primi tradizionali (orecchiette e minchiareddhi). E poi, ovviamente, tantissimo pesce, in mille modi e frutti di mare gustosissimi. Per arrivare a chiudere con gli amaretti di mandorle e le bucce d’arancia candite.