Il paesaggio stupendo del Salento

La meravigliosa Puglia è una regione del sud d’Italia, che forma il tacco iconico d’Italia. Quando si arriva qui c’è ancora molto da scoprire …

A nord, ville che brillano al sole nella pietra arenaria e chiese barocche arroccate in cima a basse colline imbiancate. A sud, nel  paesaggio stupendo del  Salento,  chiese grandiose sbiadite e vecchie case di città – letteralmente grondanti di fronzoli rococò, finiture e festoni – circondano le piazze e i vicoli stretti con pietra di sfaldamento color pastello e ville a schiera.

Tra tutto questo, come segreti gelosamente custoditi, ci sono anche antichi teatri romani e torri ottomane  nascoste; mentre il vecchio  trullo bizzarro e meraviglioso (  abitazioni coniche coperte) si staglia  all’orizzonte , oltre alla Pagliara (depositi di fieno secco),  frantoi ipogei , masserie (erano antiche masserie fortificate),  torri colombaie , antichi dolmen e menhir nel circostante paesaggio rurale ricco di oliveti e vigneti che caratterizza il paesaggio stupendo del Salento.

Sempre entro 20 km dal mare Adriatico  e lo Ionio  sul Golfo di Taranto, troviamo  le vecchie città fortificate della costa con i loro impressionanti Castelli, Torri e vicoli tortuosi che punteggiano affioramenti calcarei e basse scogliere, grotte marine e calette di sabbia.

Nel corso dell’ultimo secolo , la Puglia è stata una regione poco apprezzata ed economicamente svantaggiata. Una rinascita di prodotti alimentari artigianali e del turismo negli ultimi venti anni ha contribuito a cambiare le cose e molti turisti oggi vengono a ammirare il Salento nelle loro vacanze. Ma questa non è sempre stata la storia qui. Il rococò superbo e l’architettura barocca alludono a un passato più glorioso, e ciò ha contribuito a definire quello che Dickens disse fondamentale per  Londra e il romanticismo di Parigi: la lampada a olio! Prima che ci fosse la luce elettrica, l’olio d’oliva era spedito dal porto di Gallipoli (e altri luoghi) a Londra, Marsiglia e Amsterdam e accese le strade delle città europee.

Presse di olio e fraontoi   che si distinguono   cosparsi e dimenticati nel paesaggio salentino, nascondono un lato oscuro di questa storia segreta. Sotto queste strutture calcaree infauste, a riparo dal sole del Salento, reti di  frantoi sotterranee, presse e raffinerie  si nascondono. Qui è dove gli uomini andavano a lavorare, vivere e morire lavorando  l’olio di oliva .