Il meraviglioso Salento

salentoIl Salento è un territorio molto vasto che racchiude l’estremità meridionale della Puglia, ovvero l’area che costituisce il tacco dello stivale della penisola italiana. È bagnato ad ovest dal Mar Ionio e ad est dal Mar Adriatico. Si presenta quasi esclusivamente come un territorio pianeggiante, ci sono pochi rilievi collinari.
È costituito da un paesaggio rurale molto suggestivo, ricco di storia, cultura, tradizioni, ed è per questo meta di molti turisti.
È una terra meravigliosa che si caratterizza e colpisce subito i visitatori per il suo colore rosso, caldo ed intenso (dovuto all’elevata presenza di ferro), per le ampie distese di ulivi secolari e per la presenza di muretti a secco, che delimitano i campi e le proprietà, realizzati con pietre e altri materiali incastrati a mano tra di loro.
Sempre con la tecnica del muro a secco, quindi senza uso di leganti o malte, si possono ammirare delle costruzioni rurali simili ai Trulli, chiamate Pajari o Furnieddhi. Hanno una forma simile a quella di un cono e una pianta circolare. Sono delle costruzioni utilizzate un tempo dai contadini come ripostiglio per gli attrezzi da lavoro.
Un altro elemento molto diffuso nel Salento sono le torri colombaie, basse, dalla forma tondeggiante e caratterizzate da numerose cellette, che risalgono al Medioevo, e costruite dai ricchi signori per ospitare l’allevamento di colombi.

Meta di attrazione turistica però sono anche le masserie.
Si tratta di fattorie fortificate, di grandi aziende agricole abitate dai proprietari terrieri, ma con una parte adibita anche come alloggi dei contadini, stalle, depositi per i raccolti.
Queste masserie risalgono al XVI-XVII secolo, presentano un colore bianco che risalta subito rispetto al rosso della terra di campagna.

In estate le spiagge sono molto affollate. I turisti sono attratti dalle coste salentine, ampie e sabbiose, dall’acqua limpida, trasparente, dalle sfumature varie e dai colori incantevoli e anche dalle scogliere a picco sul mare.
Tra le spiagge sabbiose meta di molti turisti vi sono Otranto, Ostuni, Campomarino, Torre d’Orso, mentre tra le spiagge rocciose vi sono Castro, Santa Cesarea Terme e Porto Badisco.
Ma il Salento attrae anche per luoghi molto pregiati come le numerose aree protette e i parchi naturali. L’Oasi protetta dei Laghi Alimini ospita tantissimi animali e diverse specie rare di piante.
Ma oltre a queste meraviglie naturali, vi sono anche molti altri luoghi di interesse artistico: sono moltissimi i centri storici delle città che meritano di essere visitati. Sono per citarne qualcuno: Gallipoli, Ostuni, Lecce, Taranto. Anche molte chiese e basiliche rupestri dipinte ma anche in stile romanico.

Quando si va in Salento si possono degustare moltissimi piatti tipici, come per esempio i pezzetti, uno spezzatino di carne di cavallo al sugo piccante e la pitta di patate, una pizza che contiene cipolle, rape, pomodoro. I piatti tipici sono realizzati sopratutto a base di verdure e pesce.
Oltre alla gastronomia, anche il vino è molto diffuso, sono infatti presenti diversi vini DOC.